Periodo natalizio 2015-2016 con segno positivo per Visa: i consumatori esteri in Italia segnano una spesa di €426,6 milioni, (+6,7% a/a) mentre la spesa all’estero degli italiani titolari di carte Visa fa registrare €423 milioni (+10% a/a)

Milano, 22 gennaio 2016 – I dati delle transazioni transfrontaliere registrati da Visa Europe in Italia durante il periodo delle feste appena conclusosi indicano una crescita nell’utilizzo di carte Visa del 6,7% anno su anno. Il totale delle spese per i consumi da parte degli stranieri ha raggiunto i 426,6 milioni di euro nel periodo natalizio, in crescita rispetto agli oltre €384 milioni registrati nel periodo natalizio 2014[1]. Durante lo stesso periodo di rilevamento dati, gli italiani all’estero fanno registrare su Visa volumi totali pari a €423 milioni, in crescita del 10% rispetto allo stesso periodo 2014.

I cinque Paesi top spender durante le festività natalizie - I dati di Visa indicano che durante le feste appena trascorse i visitatori provenienti dal Regno Unito hanno occupato la prima posizione nella lista dei cinque paesi “top spender” nel nostro Paese, con €108,5 milioni di spesa, +15,8% rispetto allo speso dei cittadini britannici nel 2014. Seguono, nella lista dei paesi top spender in Italia nel periodo, i turisti francesi, che hanno speso €55,7 milioni (+8,6%), i visitatori statunitensi con €39,3 milioni di speso (+20,2%), i cittadini tedeschi con volumi di acquisti pari a €32,8 milioni (+3,8%), e infine gli svizzeri che hanno speso nel periodo €25,7 milioni (+6,2%). I cinque maggiori paesi top spender riportano uno speso totale per €262 milioni, contribuendo con circa il 65% allo speso totale degli stranieri nel periodo in Italia.

Le categorie merceologiche top 5 della spesa degli stranieri in Italia durante le festività - La spesa effettuata dai visitatori stranieri nel periodo natalizio premia il settore moda/abbigliamento con un totale di spesa che si attesta su €97,8 milioni, facendo registrare +7,7% anno su anno. Crescita anche per le strutture ricettive e alberghi che fanno registrare una spesa di €89,3 milioni, in incremento del 6%. I prodotti e i servizi assicurativi si posizionano come la terza maggiore voce di spesa degli stranieri nelle festività natalizie con 45,9 milioni di euro e una crescita in punti percentuali a doppia cifra del 20,1% rispetto al 2014. Chiudono la classifica delle maggiori 5 categorie merceologiche di spesa l’intrattenimento e le voci di spesa legate all’elettronica di consumo, che segnano rispettivamente 43,1 milioni di euro (+11,7% a/a) e 27,1 milioni di euro (+9,7% a/a).

Le spese degli italiani in visita all’estero durante le festività - I dati rilevati da Visa nei giorni delle festività natalizie indicano che gli italiani in viaggio all’estero nel periodo hanno fatto registrare volumi di spesa pari a 423 milioni di euro (+10% a/a). Il Regno Unito è la destinazione che riporta i maggiori volumi di spesa da parte dei nostri connazionali, pari al 30% dei volumi totali registrati, con €124,8 milioni (+4%). Il Lussemburgo segue a distanza con una spesa di €66,6 milioni da parte dei visitatori italiani, ma con un incremento percentuale notevole a +45%. Seguono la Francia e la Spagna che riportano rispettivamente volumi di spesa oltre i 30 milioni di euro e gli USA e l’Irlanda con volumi di spesa dei visitatori italiani che superano i 24 milioni di euro nei due paesi.

L’intrattenimento risulta essere il settore che registra il maggiore volume di spesa da parte degli italiani all’estero con 50 milioni di euro, subito seguito dall’alberghiero con €47,4 milioni, i trasporti aerei con €43,6 milioni, le spese per i servizi con €39,3 milioni e la moda/abbigliamento con 35 milioni di euro e crescita percentuale a doppia cifra di oltre il 10%.

La maggior parte degli acquisti da parte dei visitatori stranieri con prodotti Visa nel nostro Paese sono stati effettuati presso punti vendita fisici con una spesa di 293,3 milioni di euro (+4,2% a/a) nel periodo. Per gli italiani in viaggio all’estero nelle scorse festività gli acquisti presso negozi fisici si attestano intorno ai 124 milioni (+29,4%), mentre gli acquisti via posta o telefono sono stati pari a 30 milioni di euro (+7%).

Nel periodo natalizio è stato il 29 dicembre il giorno con il maggior picco di spesa con prodotti Visa da parte degli stranieri in Italia (€35m); mentre per i nostri connazionali all’estero è stato il 4 gennaio 2016 il giorno di maggior flusso di spesa sui sistemi Visa (€37m).

[1] Periodo rilevato: 21 dicembre -6 gennaio 2016 comparato con il medesimo periodo 2014

Visa Europe – Visa Europe è un’azienda di pagamenti tecnologici controllata e gestita da banche socie e altri fornitori di servizi di pagamento provenienti da 37 paesi europei. Visa Europe è al centro dell’ecosistema dei pagamenti, fornendo i servizi e le infrastrutture che permettano a milioni di consumatori, aziende e governi europei di utilizzare i pagamenti elettronici. I soci di Visa Europe sono responsabili per l’emissione delle carte, la relazione con i commercianti e la definizione delle commissioni per i titolari e gli esercenti. Visa Europe è anche il più grande processore di pagamenti in Europa, responsabile dell’autenticazione di oltre 16 miliardi di transazioni l’anno – al ritmo di 1.622 transazioni al secondo nelle ore di punta. In Europa ci sono più di 500 milioni di carte Visa e 1 euro su 6 speso in Europa è speso su una carta Visa. La spesa totale con carte Visa supera i 2.000 miliardi di euro l’anno, mentre la spesa su terminali POS ammonta a 1.500 miliardi di euro. A partire dal 2004 Visa Europe è diventata indipendente da Visa Inc.e incorporata nel Regno Unito, attraverso una licenza esclusiva, irrevocabile e permanente in Europa. Entrambe le aziende lavorano in partnership per consentire i pagamenti con Visa a livello mondiale, in più di 200 paesi e territori.