Global Matters

Tre suggerimenti se sei interessato a un prodotto bancario genitore-figlio

L’Innovation Centre di Visa ha commissionato una ricerca che ha coinvolto 2.000 giovani e i loro genitori per capire le preferenze di famigile e consumatori

We are open

Trasmettere ai piccoli buone abitudini nella gestione delle loro risorse economiche rappresenta un importante insegnamento di vita, dato che saper amministrare le proprie finanze è un aspetto fondamentale nella vita adulta di tutti i giorni. Negli ultimi anni abbiamo assistito a un gran proliferare di app e servizi per creare un ambiente sicuro, divertente e appagante in cui i genitori possano trasmettere tali insegnamenti ai loro figli. Fra questi prodotti, Revolut Junior, lanciato in Italia a maggio 2020, è un conto pensato appositamente perché bambini e ragazzi di età compresa tra i 7 e i 17 anni, possano imparare a risparmiare, spendere e monitorare i propri risparmi, sotto la supervisione dei genitori. Non solo le fintech, anche gli istituti di credito guardano con interesse a questa nuova fascia di risparmiatori, soprattutto ora che i prodotti bancari genitore-figlio sono molto richiesti.

Negli ultimi mesi, l’Innovation Centre di Visa sta assistendo a una crescente domanda da parte di clienti, partner e operatori del settore per creare e lanciare prodotti bancari genitore-figlio. Per capire quindi meglio che cosa dovrebbe offrire un prodotto del genere, Visa ha commissionato una ricerca che ha coinvolto 2.000 giovani e i loro genitori per esaminare ciò che gli utenti desiderano quando si parla di prodotti volti a educare i bambini sulla gestione del denaro.

Attraverso questa ricerca, sono state identificate tre tematiche chiave che tutti gli sviluppatori di prodotto dovrebbero considerare nel caso lavorassero alla prossima app per la gestione della “paghetta” o per il digital banking a misura di bambino:

1. La chiave non è l’età

L'età non dovrebbe essere il principale indicatore della maturità e dell'educazione finanziaria di un bambino. La conoscenza e comprensione giovanile del denaro dipendono e sono influenzate maggiormente dai genitori, dalla scuola e dai coetanei. Di conseguenza, quando si crea una nuova money app per bambini, è fondamentale comprendere le varie fasi in cui può trovarsi ogni giovane nella gestione del denaro. Potrebbe essere superficiale presumere che un ragazzino possa accedere a un conto bancario completo solamente perché ha compiuto 16 anni, mentre in realtà alcuni bambini possono avere una conoscenza molto avanzata e approfondita relativa alla finanza già in tenera età.

Questa sfida può essere facilmente vinta concentrandosi sullo sviluppo di meccanismi di controllo basati sul comportamento, piuttosto che su fasce di età predefinite. Ciò consente ai genitori o ai tutori di adattare l'esperienza del bambino in base al comportamento e alle abitudini del singolo. Il genitore ha quindi più controllo nel determinare il ritmo di crescita e responsabilità, in termini di gestione finanziaria.

2. Supportare, non sostituire

Genitori e tutori svolgono un ruolo essenziale nell'insegnare ai bambini la gestione finanziaria sin dalla tenera età. La nostra ricerca ha mostrato che i genitori preferiscono avere un confronto con i loro figli, soprattutto per quanto riguarda la definizione dei limiti, la richiesta di denaro e l'accesso ai fondi di emergenza. È quindi fondamentale che qualsiasi tecnologia sviluppata supporti il genitore o tutore a educare i bambini, piuttosto che a sostituirli o emularli con messaggistica automatizzata.

Qualsiasi genitore o tutore saprà che la quantità di "idee dei genitori" da cui sono bombardati può spesso farli sentire frustrati piuttosto che supportati. Quando si sviluppa un prodotto bancario per giovani, è fondamentale che soddisfi una gamma di stili genitoriali. Le raccomandazioni relative all'educazione finanziaria del bambino devono essere comunicate in modo da soddisfare le scelte dei genitori o dei tutori, lasciando la decisione finale nelle loro mani senza esprimere un giudizio a riguardo.

È consigliabile utilizzare una selezione di strumenti di controllo e di notifiche personalizzabili per i genitori, relative ai principali aspetti comportamentali. Fornendo suggerimenti basati sul comportamento del bambino, piuttosto che comunicando automaticamente ai bambini, i genitori hanno il potere di prendere le decisioni più appropriate per la loro specifica situazione.

3. Evolvere sempre

È importante capire che nel mondo di oggi nessun prodotto o applicazione digitale è definitiva. La tecnologia, il comportamento dei consumatori e persino la regolamentazione cambiano continuamente e rapidamente. Quindi, per rimanere competitivi, i prodotti dovranno adattarsi alle mutevoli esigenze delle famiglie. Il modo migliore per farlo è progettare la propria app in modo da consentire l'aggiunta o la regolazione delle funzionalità senza modificare le caratteristiche di base. Ciò include la possibilità di regolare i controlli tra genitore e figlio, lasciando personalizzare alcuni elementi dell'applicazione, come a esempio il design e le animazioni.

Conclusioni

Mentre i prodotti bancari genitore-figlio stanno acquisendo sempre più popolarità in tutta Europa, la tecnologia alla loro base apre una miriade di opportunità per nuovi prodotti e servizi che possono avere un impatto significativo per i consumatori. Un esempio riguarda come gli stessi controlli relativi alle app per le paghette possano essere utilizzati per le piccole imprese che gestiscono le spese dei dipendenti, oppure nel caso di una persona e del suo badante. Nuove esperienze nascono ogni giorno dallo sviluppo della tecnologia. In qualità di Team Innovation & Design, la nostra priorità è assicurarci che i prodotti che aiutiamo a sviluppare rendano più facile per i consumatori gestire la propria vita finanziaria, offrendo loro allo stesso tempo un’esperienza positiva e soddisfacente.

Se sei interessato a esplorare prodotti bancari genitore-figlio o altre innovazioni, contatta il team Innovation di Visa.

Financial Literacy